Marino Alberto Balducci

Dott. Lett. Università di Firenze (equivalent to a "Multidisciplinary Master's Degree in Italian and Classical Studies: Literature, Art History, Archeology and Philosophy"), Ph. D. University of Connecticut - USA. È stato allievo di Giorgio Luti, in Italia, e di Franco Masciandaro e Giovanni Sinicropi negli Stati Uniti d'America. Studioso di ermeneutica e del rapporto tra filosofia, arte e letteratura, dal 1987 ha collaborato come docente con l' Università di Firenze, la University of Connecticut - USA, Harvard e altre università internazionali.
Tra i suoi volumi critico-interpretativi si ricordano: Il sorriso di Ermes. Studio sul metamorfismo dannunziano (Firenze, Vallecchi, 1989 [Premio Mario Pannunzio 1990]), La morte di re Carnevale. Studio sulla fisionomia poetica di Giuseppe Giusti (Firenze, Le Lettere, 1989), Il nucleo dinamico dell'imbestiamento. Studio su Federigo Tozzi (Roma, De Rubeis, 1994), Classicismo dantesco. Miti e simboli della morte e della vita nella Divina Commedia. Introduzione di Sergio Moravia (Firenze, Le Lettere, 2004), Rinascimento e anima. Petrarca, Boccaccio, Ariosto, Tasso: spirito e materia oltre i confini del messaggio dantesco (Firenze, Le Lettere, 2006), Il preludio purgatoriale e la fenomenologia del sinfonismo dantesco: (<www.cra.phoenixfound.it>, 2006), Inferno V. Gli spiriti amanti e l'egoismo dell'amore: (<www.cra.phoenixfound.it>, 2006).
In riviste italiane e americane, ha pubblicato inoltre saggi ermeneutici su Dante, Brunelleschi, Ariosto, Michelangelo, Caravaggio ed altri.
Dal 1993, come docente e ricercatore, coordina per l'ente CRA-INITS il "Divine Comedy Project"© e si occupa della stesura in prosa poetico-interpretativa moderna del Poema dantesco.
Come poeta, ha composto Rapsodie indiane, con prefazione di Mario Luzi (Firenze, M.I.R. Edizioni, 2000, [Premio Giusti - Opera prima 2001] <www.rapsodieindiane.com>), Quartine d'amore (Ragusa, Libroitaliano, 2002 [Premio Selezione Poesia 2001; Premio Internazionale Firenze Capitale d'Europa 2002 ]) e Il Mare di Latte (<www.cra.phoenixfound.it>, 2006). Nel 2002, Ugo Pagliai ha letto pubblicamente Rapsodie indiane, accompagnato dal sitar e tampura di Gianni Ricchizzi. Lo stesso attore, nel 2008, ha presentato a Montecatini Terme l'ancora inedito romanzo iniziatico Inferno - Scandaloso mistero (prima parte della trilogia "Divine Comedy Project"), durante un concerto-spettacolo organizzato dal Maggio Musicale Fiorentino per "Estate Regina", con Marco Vincenzi al pianoforte.
Luzi, a suo tempo, ha introdotto Balducci evidenziando la "chiarezza espositiva esemplare" del suo discorso poetico. Giorgio Luti ne ha messo in luce l'"impegno ricostruttivo anomalo, per classicità di stile e sofferta indagine morale, lontano dal Novecento e dalle sue rovine".


 

back to homepage next faculty profile